IL MIRACOLO DELL’EPIFANIA

KARIBU vi vuole augurare una buona festa dell’Epifania condividendo con vuoi la commovente storia di U.,un ragazzo di 27 anni proveniente dal Bangladesh ed ospite dello SPRAR KARIBU di Roccagorga.
U. è arrivato in KARIBU nel 2016 ed è stato subito diagnosticato di un tumore, un carcinoma non operabili, che lo avrebbe permesso di vivere solo per altri 4 mesi.
L’equipe multidisciplinare dello SPRAR KARIBU di Roccagorga si è rifiutata di lasciare morire U e ha iniziato a lottare per consentirgli di rimanere ancorato con fede al prezioso dono della vita.
Dopo 3 anni di intensa lotta, la tac è finalmente pulita e U. potrà tornare a sentirsi “normale”.
Per questo miracolo della vita, ringraziamo il nostro CREATORE che non cessa di compiere miracoli anche attraverso la scienza; a U. che non ha mai perso la Fede e la Speranza; a tutta la grande famiglia KARIBU che lavora con amorevole passione; ed a tutte le persone che continuano a credere nel nostro sistema d’accoglienza che nel suo piccolo compie delle piccole gesta d’AMORE.
Il nostro più grande augurio per U è “che possa trovare un lavoro dignitoso e che non finisca sotto una macchina mentre pedala la bici alle 4 di mattino andando a lavorare per pochi spicci” (Fabiana Bozza, assistente sociale KARIBU).
Un Grazie speciale a tutta la Squadra Multidisciplinare SPRAR Roccagorga, Dott.ssa Melissa Palumbo , Responsabile del Progetto, Dott.ssa Fabiana Bozza , Assistente Sociale, Dott.ssa Sara Pannozzo, insegnante d’Italiano, Dott. Fernando Asr Faustinella, Alma Meggie Musyawa, mediatrice culturale.

I RAGAZZI KARIBU VISITANO L’UNIVERSITÀ LUISS DI ROMA

I ragazzi KARIBU iscritti alla scuola Pacifici e de Magistris di Sezze, hanno visitato l’università LUISS di Roma nell’ambito del progetto IPOCAD.
Con questa iniziativa, KARIBU ha voluto mantenere viva la fiamma della SPERANZA che brucia nei cuori dei suoi giovani ospiti perché, come ha ricordato S.E. Il Presidente della Repubblica Italiana, “dobbiamo guardarci dal confinare i sogni e le speranze alla sola stagione dell’infanzia”.
Ed è per questa ragione che KARIBU si è assunto il dovere morale di ricordare ai propri giovani che, anche se il loro futuro camino sarà pieno di insidie, non devono mai perdere la SPERANZA perché essa “è poter vedere che c’è luce nonostante tutta l’oscurità” (Arcivescovo e Attivista Sudafricano, Desmond Tutu).

KARIBU VI AUGURA UN FELICE ANNO NUOVO 2019

KARIBU vi augura di continuare, in questo nuovo anno, ad ACCOGLIERE le Persone venute da terre lontane perché come dice il Vangelo: “Ero straniero e mi avete accolto (Matteo 25:35)”; ad OSPITARE gli Uomini e le Donne che il vento del destino ha portato in Italia perché come dice la Parola Divina: “Non dimenticate l’ospitalità perché alcuni praticandola, hanno accolto degli angeli senza saperlo (Ebrei 13:2)”; ed a DIFENDERE i Valori Umani perché bisogna sempre essere dalla parte giusta della Storia.

IL DDL SICUREZZA CONDIVISO CON I RESPONSABILI DI PROGETTI CAS E SPRAR KARIBU

La Dott.ssa Sara Sassi, Assistente Sociale di Formazione e Responsabile del CAS REHEMA, ha condiviso il DDL Sicurezza con tutti i Responsabili dei Progetti CAS e SPRAR.
Questa Legge voluta dal Ministro degli Interni Salvini (oltre ad eliminare molti servizi finalizzati all’integrazione dei richiedenti asilo politico nel tessuto sociale italiano) cancella molte figure professionali che in questi ultimi anni hanno maturato una lunga e ricca esperienza nel settore d’accoglienza.
Le figure professionali che perderanno il lavoro (andando ad arricchire il già ampio bacino della disoccupazione italiana) sono principalmente i Psicologi, Docenti di Italiano, Educatori, Infermieri, Amministrativi, Magazzinieri e vari altri Operatori Sociale.
Oltre ad eliminare dei servizi di integrazione ed a cancellare le figure professionali, il DDL Sicurezza avrà altresì un effetto negativo sul tessuto produttivo italiano che alimenta l’economia locale.

LE OPERE D’ARTE DEL LABORATORIO CREATIVO DEI MINORI NON ACCOMPAGNATI KARIBU REGALATE ALLA COMUNITÀ DI SEZZE

In occasione delle Festività Natalizie, I Minori Non Accompagnati KARIBU hanno regalato al Presepe Vivente del Comune di SEZZE delle opere d’arte realizzate sotto la guida dal Maestro Luigi Moriconi.
Questo dono d’amore era per esprimere l’immensa gratitudine di questi minori KARIBU per la calorosa accoglienza ricevuta dalla comunità di Sezze in questi ultimi anni.
L’iniziativa è stata realizzata con il sostegno della Squadra Multidisciplinare del Progetto dei Minori non Accompagnati, Capitanata dalla Dott.ssa Giusy Pantaneschi, che instancabilmente si adopera per tenere acceso la fiamma di speranza che un mondo, dove convivono armoniosamente i popoli di diversa provenienza, è possibile.

LA VOCE ANGELICA DI EMMANUEL, OSPITE KARIBU, ACCENDE LA MAGIA NATALIZIA NEI NOSTRI CUOR

A volte sono solo i TALENTI a sopravvivere all’impietosa traversata del Mare Mediterraneo.
Questi TALENTI sono spesso le uniche ricchezze che rimangono saldamente ancorate nel misero bagaglio del richiedente asilo.
La Squadra KARIBU, per il tramite delle sue operatrici ed operatori sociali, si adopera quotidianamente alfine di incoraggiare i suoi ospiti richiedenti asilo a mettere a contribuzione dell’umanità quei TALENTI sopravvissuti alle loro indicibili peripezie.
Come diceva il Papa Giovanni Paolo II: “Il talento artistico è un dono di Dio e chi lo scopre in se stesso ha un certo obbligo: sapere che non può sprecare questo talento, ma deve svilupparlo.”

KARIBU VI AUGURA UN FELICE NATALE

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”(Madre Teresa di Calcutta).
Ogni atto che la squadra KARIBU compie lo fa per lasciare un impronta di Amore ed un tocco di Speranza sopratutto in questo giorno che si celebra il Santo Natale.

BABBO NATALE ALLO SPRAR KARIBU DI SEZZE

Le Renne di Babbo Natale hanno fatto sosta a Sezze alfine di permettergli di consegnare dei doni ai bambini ospiti dello SPRAR. Prima di risalire sulla sua slitta, Babbo Natale ha voluto regalare una carezza di speranze alle mamme dello SPRAR per incoraggiarle ad affrontare il prossimo anno con rinnovato fiducia ed imperturbabile serenità.
Grazie alla squadra multidisciplinare dello SPRAR di Sezze, capitanata dalla Dott.ssa Carmela Alessia Iacomino, per avere regalo un po’ di magia agli ospiti KARIBU e per averli fatto sentire speciali in questo momento particolare dell’anno.

I BAMBINI KARIBU FESTEGGIANO IL NATALE

È nel volto dei bambini che si cela il vero significa di Natale, ossia l’AMORE.
Quel AMORE puro e sincero per gli ESSERI UMANI che non tiene conto del colore della pelle, della provenienza geografica o delle possessioni materiali.
Restiamo Bambini nel Cuore per Restare Umani nella Vita.

Roma. Crea et Labora: seminario di formazione per giovani aspiranti creativi e imprenditori

Crea et Labora è una mattinata dedicata ai giovani che vogliano imparare da imprenditori italiani di nuova generazione, come fare impresa. Il seminario è organizzato dalla cooperativa Sociale Balobeshayi e avrà luogo sabato 20 ottobre dalle ore 9 alle ore 13 presso il co-working space Latte Creative sito in via di Monte Testaccio 34A, Roma.

Il format del seminario prevede la presentazione di quattro tematiche da approfondire con altrettanti imprenditori:
1. Aspetti amministrativi, finanziari e creditizi di fare impresa, Giuseppe Bea – ONImprese
2. Aspetti legali e di lavoro autonomo, Lifang Dong – Dong and Partners Law Firm
3. Come creare una cooperativa sociale, Marie Thérèse Mukamitsindo – Coop Karibu
4. Comunicare l’impresa, Beatrice Ngalula Kabutakapua – Coop Balobeshayi

Ogni tematica verrà approfondita in 45 minuti e ci sarà spazio per domande e lavori di gruppo. Al termine, ciascun partecipante riceverà gratuitamente la pubblicazione “Crea et Labora: Strumenti per l’imprenditoria in Italia” edita da Balobeshayi e uno sconto sulla visione online del documentario (IN)VISIBLE CITIES.
L’associazione Tam Tam D’Afrique supporterà l’iniziativa offrendo un buffet a metà mattinata. Crea et Labora è un’idea nata in seguito alla vincita del bando Giovani 2G del Ministero del Lavoro e delle Politiche a favore di imprese di seconde generazioni. La cooperativa sociale Balobeshayi è una dei beneficiari del bando. Balobeshayi utilizza il video, training e consulenze per
favorire il dialogo tra le diversità. Questa esperienza ha stimolato la voglia di supportare con strumenti concreti i giovani di seconda generazioni interessati a fare business specialmente nel campo culturale e artistico.

L’offerta per la partecipazione è di €20 pagabili online o sul posto. I posti per la partecipazione sono limitati, è richiesta la registrazione sul portale Eventbrite: https://crealabora.eventbrite.it. Info a info@balobeshayi.org.